Verità e miti sulla dieta vegana

Dieta vegana - Verità e miti sulla dieta veganaNegli ultimi anni è stato scritto tantissimo sulla dieta vegana, i vari pro e contro, chi dovrebbe praticare veganismo e chi no. Fa male o fa bene? Ci siamo posti tantissime domande e qui cercheremo di dare alcune risposte ai dubbi che si sono fatti avanti col tempo.

Per prima cosa spiego cosa è il veganismo. Si tratta di un movimento animalista che propone di basare la nostra esistenza e risorse non provenienti dal mondo animale. Scegliere di essere vegan non si limita solo su cosa si mangia, ma anche sulla provenienza delle cose che portiamo, come vestiti, vietatissimi quelli di pelle, ma anche la seta e lana non sono gradite nel mondo vegan.

Ci sono diversi personaggi famosi, del mondo dello spettacolo che sono vegani e promuovono questo stile di vita. Tuttavia, diverse opinioni, miti e consigli degli esperti stanno mettendo ancora più confusione e allora ci sono due tipi di persone, quelli che sostengono il mondo vegan e quelli che sono contrari a questo stile di vita. Potete immaginare cosa è una dieta vegan? Spiegato in maniera semplice: non si mangia né carne né pesce.

Cosa implica una dieta vegana?

Cosa implica una dieta veganaSempre più persone decidono di diventare vegani per ragioni etiche, ambientali o di salute, ed è importantissimo dire che: se fatta bene, una dieta vegan può comportare vari benefici per la salute, tra cui un girovita sottile e un miglior controllo della glicemia, oltre alla sensazione di benessere psico-fisica di non sostenere l’uccisione di animali.

Ma, una dieta basata esclusivamente sui cibi vegetali può, in alcuni casi, aumentare il rischio di carenze nutrizionali e a questo punto bisogna stare attenti, e prendersi cura di assumere diversamente i nutrienti mancanti, vitamine e minerali. Seguire la dieta vegana nel modo giusto è molto importante!

La dieta vegana non è automaticamente sana, come non sono automaticamente sane le diete onnivore o proteiche. Tutto dipende dalle scelte alimentari che poi tutti noi facciamo. I vegani facilmente possono risultare carenti in vitamine B12, D, omega-3, ferro, iodio e calcio. Sapendo questo, diventa facile pianificare i propri pasti per non far mancare questi ingredienti a tavola. Anche le mamme in attesa possono essere vegane stando attente alle calorie che assumono e cosa mangiano.

La dieta vegana implica uno stile di vita responsabile e consapevole che in certi momenti e periodi del anno è difficile mantenere. Nello stesso momento porta alla vita sana e gratificante, basta che non diventiamo troppo ossessivi. 

Quali sono i pro e contro della dieta vegana?

Il maggior numero di persone chesono contro una dieta vegana sostengono che fa male non assumere certi aminoacidi essenziali, vitamine e minerali mancanti se una persona mangia solo vegetali. Le proteine animali forniscono tutti gli aminoacidi essenziali, mentre quelle vegetali no. Oltre queste mancanze che possono essere corrette, non ci sono altri “contro” per vivere una vita vegana.

I pro sono invece tantissimi:

  • I vegani, generalmente, sono più magri
  • Cibi vegani sono utili per il recupero muscolare dopo lo sport
  • È indicata per tutti
  • Fisici sani e coscienza pulita

Motivi etici sono principalmente quelli che attirano di più verso veganismo. Non fare male agli animali è una delle fondamenta sula quale si basa il veganismo e con tutto il rispetto, è una scelta molto importante.

Essere vegani salverà il nostro pianeta?

Essere vegani salverà il nostro pianetaMolte persone sono convinte che lo stile di vita vegano sarà obbligatorio per poter salvare la Terra. Secondo alcuni ricercatori e scienziati, sarà una necessità diventare vegan per sfamare la crescente popolazione sulla terra. Le riserve di cibo diminuiscono, specialmente l’acqua pulita verrà a mancare nel 2050, mentre la popolazione mondiale cresce sempre di più.

Il cibo consumato da animali da macello infatti è da 5 a 10 volte più grande rispetto al cibo ricavato dai vegetali. Se si mangiano meno animali, si potrebbe risparmiare l’acqua e considerate anche il fatto che un terzo delle coltivazioni del pianeta sono destinate alla crescita dei semi per sfamare gli animali da allevamento. Prendendo tutti questi fatti sotto esame, non credete che magari vegani hanno ragione?

Se decidete di diventare vegani, ricordatevi che non deve essere un passo per forza istantaneo.  Potete avvicinarsi lentamente alla dieta vegan e cominciare con piccoli passi verso un futuro migliore partendo da vegetarianismo per arrivare a vivere in armonia vegan.  

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here