Glutine, si o no?

Nell’ultimo decennio si è parlato tanto di glutine. Ogni anno vengono spesi più soldi per studiare il famigerato glutine che si trova nelle proteine vegetali. Lo studio solleva più domande. Ciò porta a spendere più denaro. E poi spuntano fuori altre domande. Ovviamente il glutine, che proviene da grano, segale e orzo, era tutto intorno a noi da secoli, come lo è ora. Ma ne eravamo a malapena consapevoli.

Glutine, si o no?

Quando una persona intollerante a glutine, affetta da celiachia mangia glutine, provoca una reazione immunitaria che distrugge il rivestimento dell’intestino tenue. Ma finché le persone celiache evitano il glutine, stanno bene. Una dieta priva di glutine è alla moda, ma se non hai la celiachia, che è caratterizzata da una grave intolleranza al glutine, puoi trarre beneficio dal taglio dei cibi senza glutine? Molti personaggi dello spettacolo vanno avanti senza glutine nonostante la mancanza di diagnosi clinica della celiachia, e lo fanno anche persone non famose. Per coloro che possono tollerarlo, il glutine non è affatto “cattivo” se consumato in modo responsabile. In effetti, i cereali integrali contenenti glutine, come il bulgur e l’orzo, sono ricchi di fibre e vitamine e alcuni degli alimenti più sani che si possono mangiare.

Per le persone che non combattono la sensibilità al glutine, evitare il glutine non è una necessità per la salute. Infatti, andare senza glutine a volte può portare a carenze nutrizionali se non pianificato nel modo giusto, secondo un articolo pubblicato nel febbraio 2013 da Harvard Health Publishing. Questo perché molte persone assumono importanti sostanze nutritive come le vitamine del gruppo B attraverso pane e cereali, che contengono glutine, mentre le loro controparti senza glutine non hanno queste vitamine. Inoltre, molti prodotti integrali contengono fibre, importantissime per la digestione. Se stai pensando a una dieta priva di glutine, è importante consultare prima un medico, soprattutto perché andare senza glutine può distorcere i risultati degli esami del sangue per la celiachia.

Glutine, si o no?Alla fine, dipende tutto dal tipo di alimenti che stai mangiando. Alimenti a base di farina e zucchero raffinati, come torte e biscotti, sono una fonte di calorie vuote e forniscono poca valida e funzionale nutrizione, indipendentemente dal fatto che siano privi di glutine o meno. Se sostituisci questi articoli con alimenti non alterati industrialmente, come frutta e verdura, vedrai un beneficio per la salute.

Come regola generale, tieni presente che solo perché qualcosa è privo di glutine non significa che sia salutare. I prodotti senza glutine possono essere più ricchi di calorie, grassi e zuccheri al fine di compensare la consistenza e la sensazione in bocca che il glutine fornisce e possono mancare di vitamine e minerali essenziali. Le persone che hanno la celiachia hanno effettivamente danni nel loro tratto digestivo a causa dell’infiammazione cronica causata dal glutine. Quando mangiano anche una piccola quantità di glutine, avvertono sintomi come gonfiore, crampi o tipi specifici di eruzioni cutanee.

Le persone con celiachia potrebbero anche diventare intolleranti al lattosio e avere anemia da carenza di ferro. La celiachia viene diagnosticata mediante esami del sangue e una biopsia dell’intestino tenue.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

88 + = 98